Untitled Document
Accedi
 
 
Ricerca e Sviluppo   English English (United States)
Untitled-1
Ricerca e Sviluppo

Sebbene la Gi.Ga corporate sia una PMI, grazie ad una parte di ricavato investito nella ricerca e sviluppo riesce ad avere personale costantemente aggiornato sulle nuove tecnologie. I risultati sono progetti e prodotti sempre innovativi e competitivi con realtà tecnologiche di livello internazionale.

Il nostro ultimo ambito di ricerca riguarda l'applicazioni di materiali con matrice termoplastica nel settore automotive. Tradizionalmente le applicazioni dei materiali compositi a fibra continua sono state limitate a quelle a matrice termoindurente. L’interesse per i compositi a matrice termoplastica è notevolmente cresciuto negli ultimi anni e grandi sforzi sono stati fatti per la loro realizzazione. Riduzione del peso e dei costi di produzione sono due degli obiettivi perseguiti dall’industria automobilistica e sin da quando i materiali compositi sono stati introdotti in nuove aree di applicazione, la domanda di materiali a basso costo e di processi di produzione più rapidi per la realizzazione di prodotti più funzionali e componenti di forma complessa è aumentata, anche a causa degli evidenti vantaggi dell’applicazione dei compositi nell’industria automobilistica schematizzati nella figura sottostante.

Schema

Volendo paragonare le caratteristiche di un composito con matrice termoindurente rispetto ad uno in termoplastica in una tabella possiamo ottenere la tabella 1.1

caratteristiche

L’elevata differenza tra le tempistiche di lavorazione dei termoindurenti rispetto ai termoplastici porta alla conclusione che per intervenire con i compositi, nell’ambito delle produzioni di serie, su parti strutturali dei veicoli bisogna orientarsi su compositi preimpregnati con resine termoplastiche stampati a freddo sotto pressa.

pressa.png

Il processo consiste essenzialmente nel riscaldamento al melting point delle lastre o lamine del composito, e successivo stampaggio con stampi in alluminio o acciaio freddi o leggermente riscaldati. Avendo individuato il PA6 come matrice ideale per l’impregnazione delle fibre in particolare per le alte temperature che essa riesce a processare, la metodologia di riscaldamento deve essere quella a infrarossi.

Il reparto Ricerca & Sviluppo racchiude quanto di meglio, in termini di risorse umane e tecnologie, la Gi.Ga composite possa offrire.

La capacità progettuale e l'esperienza dei nostri uomini è messa al servizio del Cliente.

 
Copyright© 2007 by Hiteco S.r.l. Condizioni d'uso | Privacy